Centro Antiviolenza “La Nereide”, Onlus – Seminario “Violenza alla donna, Violenza alla società

 

Si è appena svolto, promosso dal Centro Antiviolenza La Nereide , Onlus, dall’Azienda Ospedaliera Umberto I e dal Centro Servizio del Volontariato Etneo, il Seminario Formativo dal titolo: “Violenza alla donna, Violenza alla società”.  Il corso è stato rivolto agli operatori socio sanitari ed in particolare  al personale  dei  Pronto Soccorso di  Siracusa e Provincia, agli studenti della Facoltà di Scienze Infermieristiche dell’Università di Messina e ad aspiranti  volontari. L’evento è stato accreditato presso il Ministero della Salute ed ha ottenuto  6 Crediti ECM. Per gli studenti della facoltà di Scienze Infermieristiche sono stati riconosciuti Crediti CFU. L’obiettivo del Corso e stato di creare una rete di accoglienza e dunque supportare con un’adeguata formazione chi già opera nell’ambito dei servizi sociali e socio assistenziali, al fine di impegnarli nella prevenzione nel contrasto della violenza e nell’ascolto alle donne che la subiscono ed ha puntato a fornire gli strumenti per rilevare le situazioni in cui ciò accade, specie in assenza di denunce, per valutare il grado di pericolosità e proporre percorsi di uscita.  Quindi l’obiettivo del corso è stato duplice: stimolare la costruzione di un approccio integrato tra i servizi educativi, sanitari, forze dell’ordine, volontariato e offrire strumenti educativi e modalità di intervento condivise allo scopo di prevenire il problema. Questo incontro ha voluto essere un momento di confronto per costruire e rafforzare una rete di sostegno e collaborazione con tutte le realtà cittadine coinvolte, cosicchè un luogo di cura possa diventare un reale punto di riferimento. Relatori: Dr. Patrizio Schinco – Dirigente Medico Medicina D’Urgenza e Pronto Soccorso – Ospedale Molinette Torino, titolo del suo intervento: :“Le vittime di violenza: modalità di accoglienza e screening clinico – Linee guida sul maltrattamento e referto medico” – La seganlazione alle autorità competenti. Prof.Onofrio Triolo – Ginecologo e Docente Universitario c/o Policlinico Università Messina, titolo del suo intervento: “La violenza contro le donne:inquadramento e valutazione della dimensione del problema”;

-          Avv. Giovanna Fava  Reggio Emilia - Presidente Forum Donne Giuriste Italiana – titolo del suo intervento: “Stalking: La legge attuale e gli strumenti legislativi”. Giovanna Fava ha affermato  che la nozione di stalking, pur non essendo del tutto nuova, ha acquisito in tempi recenti rilevanza sul piano sociale, attirando dapprima l’attenzione dei media, nonché quella del mondo scientifico e del legislatore. Si tratta di un fenomeno dai confini incerti, che sfuma da comportamenti socialmente accettati(corteggiamento, tentativo di ristabilire relazioni concluse, ricerca d’amicizia,ecc.) a comportamenti non desiderati dal destinatario  che, per persistenza e intrusività, possono sfociare in condotte antisociali talvolta anche gravi perché suscitano preoccupazione e timore Dott.ssa Irene Noè – medico di famiglia – Direttivo SIMG – titolo:Il medico di famiglia e le donne vittime di violenza” Avv. Patrizia la Vecchia - specialista in diritto di Famiglia e Minori - ha  relazionato sul “Mobbing in famiglia e al lavoro, sull’affidamento condiviso  e si è soffermata sugli strumenti legislativi”; Dott.ssa Anna Trinchillo – Sostituto procuratore Tribunale Siracusa, si è soffermata sulla Violenza di genere, delle varie faccie della violenza, delle statistiche ISTAT e sui  profili sull’indagine. La Dott.ssa Daniela Respini – Psicologa Psicoterapeuta – “Prima della Depressione”-perché è in aumento ? Come è possibile prevenirla? Ha affermato che è  necessario guardare, innanzitutto, a quei fattori di rischio (stress da doppio carico di lavoro, burn-out e maltrattamento) nascosti nelle relazioni sociali, in famiglia e nell'ambiente lavorativo, insomma nella vita quotidiana

Desideriamo sottolineare l’intervento del dr. Patrizio Schinco che rivolgendosi al vasto pubblico e soprattutto agli operatori dei Pronto Soccorso, ha precisato, che in presenza di una donna vittima di violenza, occorre porsi i seguenti obiettivi:

    -Facilitare e standartizzare l’espletamento delle procedure e dei rilievi necessari per tutti gli   operatori.

-Offrire un amigliore accoglienza alle vittime di violenza creando un percorso specifico, garantire, riservatezza, disponibilità all’ascolto, testimonianza del fatto accaduto.

-Conoscere ed utilizzare informazioni riguardo ai riferimenti legislativi ed agli obi obblighi di legge previsti per il fatto.

-Ottemperare agli obblighi di rilevamento delle prove del fatto, raccogliere e conservare correttamente il materiale referrtato ed inviarlo al centro di raccolta..

Accoglienza

Accoglienza, protocollo di individuazione della violenza:

IN TRIAGE:

Verificare se le vittime presentinosegni visibili di traumi fisico, o asseriscono di essere state vittime di violenza o presentino crisi di panico e stati d’ansia.

Non parlare alla vittima davanti ad altri utenti. Verificare chi è l’accompagnatore e non porre domande davanti a lui.Porre con tatto le domande del protocollo di attenzione, Nel dubbio segnalare al medico di sala con telefonata o accompagnare direttamente la paziente in sala visita.Nel dubbio consegnare la locandina del centro Antiviolenza.

Protocollo d’inviduazione della violenza domestiva in OS. Nei Pronto soccorso occorrerebbe fare degli Screen :

Si sente sicura nella sua attuale relazione?

-          C’è una persona o ex compagnoche la fa sentire insicura ora?

-          E’ stata umiliata, picchiata , presa a pugnui o schiaffi o calci o altrimenti ferita nell’ultimo anno?

-          Se si da chi,

-          - E’ coinvolta  IN UN RAPPORTO DA CUI SI SENTE FERITA?- Non bisogna fare  domande dirette sull’episodio acuto di violenza interpersonale se non ammesso.

-          Il medico dopo avere espletato numerosi controlli ed una visita accurata e ed esami specifici con fotografie ecc. deve fare denuncia alla procura dove dichiara tutti i dati l’ora che si è presentata al P.S.che trattasi di lesioni causate da…. Guaribile  in  gg.

-          Colgo l’occasione in qualità di presidente dell’Associazione La Nereide, Onlus, con sportello antiviolenza presso l’Azienda Ospedaliera Umberto I, telef.0931 61000 – 349 7586157, desidero ringraziare: le Autorità intervenute,il CSVetneo, l’Azienda Ospedaliera Umberto I nella persona della Dott.ssa Liparoti, l’ASL8, l’Ordine dei Medici, la SIMG, l’Ordine Regionale degli Assistenti Sociali, L’Ordine Nazionale dei Pedagogisti, l’Ass. MareLuce, i sig.ri Relatori, ed  i numerosi  partecipanti  all’importante seminario.

Adriana Prazio