Indice
Disegno di legge
Pagina 2
Pagina 3
Pagina 4
Pagina 5
Pagina 6
Tutte le pagine
Art. 14.

Cumulabilità dei finanziamenti

1. I finanziamenti concessi ai sensi della presente legge sono cumulabili con quelli previsti dalle vigenti normative comunitarie, statali e regionali, sempre che non sia da queste diversamente stabilito, secondo le procedure e le modalità previste dalle norme medesime.

 

Art. 15.

Procedure di verifica dei finanziamenti

1. La Giunta regionale, tramite l’Assessorato regionale della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro, sentito l’Osservatorio regionale per il contrasto alla violenza di genere, assicura annualmente la rilevazione sistematica dei dati relativi al fenomeno della violenza contro le donne, individua le “buone prassi” e predispone una relazione per definire i criteri per una adeguata assistenza finanziaria alle donne vittime di violenza, anche in funzione della predisposizione dei documenti contabili della Regione.

 

 

Art. 16.

Norma finanziaria

1. Gli oneri derivanti dall’applicazione della presente legge sono valutati in 1.200 migliaia di euro per l’anno 2010 e in 1.800 migliaia di euro per gli esercizi finanziari successivi.

 

Art. 17.

Disposizioni transitorie

1. L’Assessorato regionale della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro, entro 90 giorni dall’entrata in vigore della presente legge, disciplina con proprio decreto le modalità di raccordo tra le disposizioni della presente legge e quelle di cui agli articoli 9 e 18 della legge regionale 31 luglio 2003, n. 10.

 

Art. 18.

Norma finale

1. La presente legge sarà pubblicata nella Gazzetta ufficiale della Regione siciliana.

2. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione.